Brexit

4 Minuti di lettura 25 giu 21

Desideriamo rispondere ad alcune delle vostre domande più frequenti in seguito all’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a contattare il vostro referente presso M&G o a visitare la sezione “Contattaci” di questo sito.

1. Come vi siete preparati alla Brexit?

In seguito al referendum del 2016 sulla permanenza del Regno Unito nell’Unione Europea, M&G ha intrapreso una serie di iniziative per ridurre al minimo i disagi per i suoi clienti, proteggere i loro interessi e fornire chiarezza laddove possibile, indipendentemente dall’esito delle trattative su Brexit.

Abbiamo costituito un nuovo hub internazionale in Lussemburgo: un business pienamente autorizzato e operativo che distribuisce fondi tradizionali e alternativi, al servizio dei nostri investitori in Europa, Asia e America.

A marzo 2019, a beneficio della maggior parte degli investitori non britannici, abbiamo portato a termine la migrazione degli asset dalla nostra gamma di fondi OEIC di diritto britannico ai nostri fondi SICAV lussemburghesi. Da allora, gli investitori europei e internazionali nei nostri fondi sono serviti attraverso il nostro hub in Lussemburgo, mentre gli investitori britannici continuano a essere serviti da Londra.

I nostri Fondi di Investimento Alternativi (FIA) erano già in larga misura domiciliati in Lussemburgo o in Irlanda. L’operatività di questi fondi sarà ora gestita dal nostro hub lussemburghese.

2. Siete in grado di continuare a gestire i fondi distribuiti nell’Unione Europea dal Regno Unito?

In breve, la risposta è sì.

Per gli investitori dell’Unione Europea e internazionali di Fondi Comuni di Investimento, SICAV e FIA, l’ente di regolamentazione finanziaria britannico (Financial Conduct Authority, FCA), l’Autorità Europea degli Strumenti Finanziari e dei Mercati (ESMA) e le autorità nazionali competenti hanno confermato che i protocolli d’intesa che consentono di continuare a delegare le attività di gestione del portafoglio saranno validi a partire dal 1° gennaio 2021.

A beneficio dei nostri attuali clienti europei che hanno scelto M&G Investments Management Limited (MAGIM) per la gestione dei propri mandati segregati o di consulenza, stiamo mettendo in atto una serie di disposizioni finalizzate a garantire la continuità di tali servizi. Ciò include l’ampliamento delle autorizzazioni regolamentari delle nostre entità con sede nell’Unione Europea, nonché il trasferimento di tali autorizzazioni alle giurisdizioni competenti.

3. Gli investitori dell’Unione Europea possono continuare a investire in fondi britannici così come gli investitori UK in fondi lussemburghesi in seguito a Brexit?

I fondi domiciliati nel Regno Unito hanno perso lo status di ‘Undertakings for Collective Investment in Transferable Securities’ (UCITS). Questo potrebbe avere implicazioni per gli investitori dell’Unione Europea, comprese conseguenze fiscali. Tutte le nostre strategie rilevanti per i clienti domiciliati al di fuori del Regno Unito sono disponibili come SICAV equivalenti con domicilio in Lussemburgo.

Per gli investitori istituzionali nel Regno Unito, il Temporary Marketing Permissions Regime (TMPR) della FCA permette alle imprese e ai fondi che effettuano il passaporto nel Regno Unito di continuare ad operare temporaneamente dopo l'uscita del Regno Unito dall'UE.

Potete rivolgervi al vostro distributore o referente abituale presso M&G in qualsiasi momento se desiderate ulteriori informazioni sul tema. 

By M&G Investments

Il valore e il reddito degli asset del fondo potrebbero diminuire così come aumentare, determinando movimenti al rialzo o al ribasso del valore dell’investimento. Non vi è alcuna garanzia che l’obiettivo del fondo verrà realizzato ed è possibile che non si riesca a recuperare l’importo iniziale investito.

Approfondimenti correlati