Infrastrutture essenziali per il mondo di domani

5 min di lettura 13 set 22

L’evoluzione degli investimenti: investire in infrastrutture in un contesto di inflazione alle stelle

Quanti cambiamenti ci possono essere in un anno. Se nell’estate del 2021 l'aumento dei prezzi al consumo era considerato un fenomeno temporaneo e poco preoccupante, quest'anno è difficile ignorare il fastidioso effetto dell'aumento del costo della vita. L’aumento dell’inflazione ha duramente colpito anche i mercati azionari e gli investitori sono alla ricerca di asset che potrebbero potenzialmente sopportare meglio di altri titoli l'effetto corrosivo di un aumento generalizzato dei prezzi.

Il contesto

Storicamente, l'investimento in infrastrutture ha talvolta fornito un riparo dall'inflazione. Ad esempio, i dati a lungo termine dal 31 dicembre 2002 al 31 marzo 2021 analizzati dagli Indici S&P Dow Jones in un rapporto dello scorso anno[1] mostrano che l’Indice Dow Jones Brookfield Global Infrastructure e l’Indice S&P Global Infrastructure hanno sovraperformato l’S&P Global Broad Market  con un rendimento medio anno su anno del 3,1% e del 2,4%, rispettivamente, nei mesi caratterizzati da inflazione elevata. Nei mesi con inflazione modesta, l’Indice Dow altri casi, i pagamenti legati all'inflazione possono essere obbligatori per legge, come nel caso delle strade a pedaggio in alcuni paesi. Jones Brookfield Global Infrastructure ha leggermente sovraperformato l'S&P Global Broad Market, mentre l'S&P Global Infrastructure ha generato un risultato deludente. 

[1] https://www.spglobal.com/spdji/en/documents/research/research-approaches-to-benchmarking-listed-infrastructure.pdf

Copertura dall'inflazione?

Una ragione per cui l'infrastruttura può potenzialmente essere vista come una copertura dall'inflazione è dovuta al fatto che molti dei flussi di reddito provenienti da queste attività siano legati all'inflazione. I contratti possono stabilire che i pagamenti regolari, come le royalty, siano legati a qualche misura d’inflazione o, in altri casi, i pagamenti legati all'inflazione possono essere obbligatori per legge, come nel caso delle strade a pedaggio in alcuni paesi.

Naturalmente, l'aumento dell'inflazione si traduce anche in un aumento dei tassi di interesse, che probabilmente influenzerà gli asset infrastrutturali a causa del conseguente aumento del tasso di sconto dei loro flussi di cassa. Tuttavia, questo problema non si limita solo agli asset infrastrutturali, ma riguarda praticamente tutte le valutazioni delle società.

Per illustrare questo punto, alcuni investitori considerano le utility (un importante sotto-segmento degli investimenti in infrastrutture) altamente sensibili alle variazioni dei tassi di interesse a causa della loro natura analoga a quella delle obbligazioni, in quanto offrono pagamenti regolari in contanti simili ai pagamenti regolari dei tassi di interesse delle obbligazioni. In realtà, negli ultimi 20 anni, attraversando diversi ambienti di tassi di interesse, le utility hanno sovraperformato il mercato azionario più ampio (Grafico 1).

A nostro avviso, ciò è dovuto in parte all’accumulazione dei solidi dividendi normalmente distribuiti nel settore, ma anche perché le utility sono sempre più viste come il cuore della transizione verso una soluzione di energia rinnovabile.

Un altro elemento da considerare è che i tassi di interesse reali (adeguati per l'inflazione) si trovano ancora in debito sia per il settore pubblico che per quello privato.

Volatilità in aumento

Un'altra questione che attualmente preoccupa gli investitori è la volatilità. L'indice di volatilità VIX, noto anche come "indice della paura", ha toccato una massima dell’anno pari a 36,45 il 7 marzo e, anche se è sceso da allora, veniva ancora scambiato intorno a 34 a metà giugno circa, rispetto a 17 alla fine di dicembre 2021 e 17 circa un anno fa.

La guerra della Russia contro l'Ucraina, oltre all'immensa tragedia umana che sta causando, è il fattore principale alla base del picco di volatilità sui mercati finanziari. Il rischio di un'eccessiva dipendenza dal gas russo è stato evidenziato, non solo perché è una materia prima politicizzata controllata da un regime imprevedibile, ma anche perché il gas è trasportato attraverso le reti di gasdotti nell'Europa dell’Est.

Una ragione per cui le infrastrutture quotate potrebbero esibire una volatilità inferiore sarebbe forse da attribuire al maggior grado di prevedibilità degli utili delle società all'interno di questa classe di attività, per via dei loro flussi di cassa regolari. Questo facilita una valutazione più accurata, anche durante le incertezze. 

Un confronto pre-pandemia dell'evoluzione degli utili al lordo di interessi, tasse, deprezzamenti e ammortamenti (EBITDA), un parametro della performance finanziaria complessiva di una società, per l’Indice Global Listed Infrastructure Organisation (GLIO) rispetto alle azioni globali mostra che gli utili delle infrastrutture hanno retto meglio nei due decenni precedenti la pandemia da COVID-19 rispetto a quelli delle società globali in generale (Grafico 2). 

La ripresa dalla pandemia di COVID-19 richiederà molto probabilmente ingenti investimenti nell'asset class a livello globale. Di fatto, i governi di tutto il mondo hanno già annunciato vari piani di investimento in infrastrutture per aiutare a sostenere l'economia globale dopo la pandemia di COVID-19. Negli Stati Uniti, un programma da 1,2 mila miliardi di dollari statunitensi mira a riparare, modernizzare ed espandere le infrastrutture obsolete dell'America. L'Unione Europea ha pienamente sposato l'agenda verde e sta cercando di promuovere l'energia rinnovabile e il trasporto pulito.

A nostro avviso, oltre che dalle energie rinnovabili, le infrastrutture quotate possono trarre vantaggio da altre tendenze strutturali di lungo periodo, quali la connettività digitale e i fattori demografici. Si tratta di tematiche di grande rilievo che crediamo continueranno a giocare un ruolo chiave per ancora molti decenni. In questo contesto, siamo estremamente ottimisti circa le opportunità a lungo termine insite nelle infrastrutture quotate.

Investire in un futuro migliore

M&G crede fermamente che il settore degli investimenti necessiti di un’evoluzione. Piuttosto che ottiche di breve termine e soluzioni istantanee, siamo convinti che l’investimento richieda lungimiranza, prospettive sul lungo periodo e un approccio attivo nella ricerca di opportunità. Investendo in modo pragmatico e misurato in un’ottica di sostenibilità, possiamo puntare a un futuro migliore per tutti, apportando risultati positivi sia per gli investitori che per il pianeta.

L'evoluzione degli investimenti è iniziata. Unisciti a noi.

Il nostro pianeta. La tua opportunità.

Scopri di più

By M&G Investments

Il valore e il reddito degli asset del fondo potrebbero diminuire così come aumentare, determinando movimenti al rialzo o al ribasso del valore dell’investimento. Non vi è alcuna garanzia che l’obiettivo del fondo verrà realizzato ed è possibile che non si riesca a recuperare l’importo iniziale investito.

Il presente documento è concepito a uso esclusivo di investitori qualificati. Non destinato alla distribuzione ad altri soggetti o entità, che non devono basarsi sulle informazioni in esso contenute. Questa attività di Promozione Finanziaria è pubblicata da M&G Luxembourg S.A. Sede legale: 16, boulevard Royal, L‑2449, Luxembourg.